Home » » »
Stampa pagina
Condividi
Rivolgiti all'U.R.P.
simbolo_cerca
Cerca
input_sx



simbolo_newsletter
Newsletter
input_sx
Iscriviti per essere aggiornato sulle nostre news
simbolo_albo_camerale
Avviso Elenco fornitori
simbolo_calendario
Calendario news
Maggio 2018
L M M G V S D
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
             
indicatore_sx Mese corrente indicatore_dx
simbolo_calendario
Calendario eventi
Maggio 2018
L M M G V S D
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
             
indicatore_sx Mese corrente indicatore_dx
spid
alternanza scuola lavoro
PID - Punto Impresa Digitale
Progetti Digitali
simbolo_sondaggi
Sondaggi

 

 
Al Cibus di Parma (7-10 maggio) il meglio dell'agroalimentare pugliese
venerdì, 04 maggio 2018

Le imprese del settore nel 2017 hanno esportato prodotti trasformati per 892 milioni di euro, contro gli 854 del 2016 (+4,47%)

 

Al Cibus di Parma (7-10 maggio) il meglio dell'agroalimentare pugliese

 

Prete, presidente Unioncamere Puglia: «massima attenzione per un comparto ricco di eccellenze, che dà lavoro a 32mila persone. Nuovi Investimenti per 154 milioni nel 2016»

 

I dati dell'Ufficio Studi Unioncamere Puglia diffusi in occasione della manifestazione a Parma

 

«Sono 5.931 le industrie pugliesi di trasformazione alimentare e di produzione di bevande, un settore che non solo crea ricchezza e prodotti di qualità, ma dà lavoro a 32mila persone.  Essere presenti al Cibus - dove su 80mila visitatori il 20 % viene dall'estero - significa dare un volto alle nostre eccellenze e dunque rendere riconoscibili i prodotti pugliesi, con la loro storia e tradizione di tipicità, per evitare il dilagare di ossimori alimentari come la 'burrata cinese'. Ci siamo anche quest'anno,  a Parma, Regione Puglia - Ass. Risorse Agroalimentari, Unioncamere Puglia e imprese. Insieme, in una consolidata collaborazione per traguardi sempre più ambiziosi».

Lo dichiara Alfredo Prete, presidente di Unioncamere Puglia, in occasione dell'apertura il 7 maggio a Parma del Cibus,  sottolineando il vincente gioco di squadra fra imprese e istituzioni a tutela delle nostre eccellenze agro-alimentari nel mare magnum della globalizzazione.

«Le nostre sono imprese solide e pervasive» prosegue Prete. «Una su dieci supera il valore di fatturato di un milione di euro all'anno. In questo nucleo più strutturato, 88 aziende oltrepassa la soglia dei 10 milioni di valore della produzione annui».

Si tratta di un universo complesso - evidenzia l'Ufficio Studi di Unioncamere Puglia - che comprende industrie della panificazione (2.346 imprese), oleifici (637), aziende lattiero casearie (526), produttori di vino (408), pasta (389), prodotti da forno (273), industrie conserviere (212). Non mancano industrie molitorie, della torrefazione del caffè, conserviere dei prodotti del mare e della lavorazione delle carni. Il tutto senza contare l'indotto commerciale, che farebbe lievitare ulteriormente questi dati.

«L’Italia - prosegue Prete - perde 20 miliardi di euro l'anno a causa di quei prodotti che utilizzano nomi italiani storpiati (italian sounding) o immagini riconducibili al bel Paese. Occorrono sforzi straordinari per contrastare questa concorrenza sleale.  A Cibus quest'anno ci sono 2500 top buyers delle più importanti catene retail di Usa, Canada, Sud America, Europa, Medio Oriente e Asia. Un'occasione unica per conquistare nuove fette di mercato o consolidare la nostra presenza di "autenticità" su questi mercati.  Le imprese agroalimentari pugliesi nel 2017 hanno esportato prodotti trasformati per  892 milioni di euro, contro gli 854 del 2016 (+4,47%). E' un dato largamente dominato dal commercio intracomunitario (546 milioni), ma Europa extra UE, Asia e Americhe raggiungono i 100 milioni di euro l'anno ciascuna».

La più importante rassegna italiana dedicata all’agroalimentare, a cadenza biennale, è giunta alla sua 19^ edizione e nel 2016 ha visto la presenza di 2.700 espositori e di 67.000 visitatori professionali italiani e stranieri. Durerà dal 7 al 10 maggio.

La partecipazione di Regione Puglia e Unioncamere regionale è ospitata nel Padiglione 8. Presenti su quest'area 32 aziende.

Oltre all’esposizione, decine di convegni e workshop che vedono coinvolti tutti i soggetti del comparto.

Tra le novità di Cibus2018 l’area Cibus Innovation Corner che ospiterà una selezione dei 100 prodotti più innovativi in esposizione in fiera. Nelle Food Court saranno presentati i prodotti tipici dalle Regioni.

«Anche nell'ambito dell'innovazione - conclude Prete - le nostre imprese hanno molto da dire. Dai risultati aggregati di bilancio del food and beverage pugliese emergono investimenti per 154 milioni nel 2016 (bilanci 2017). I risultati sono conseguenti, con un fatturato che per le sole società di capitali supera l'anno precedente del + 4.65% e un valore aggiunto che segna +9.65%».

 

Le aziende espositrici nell'ambito del Padiglione Puglia.

Pastificio D'Amicis; Biellebi Srl; Arte e Sapori ; Az. Agricola di Fidio Giuseppe; Pastificio Francesco Abatianni Srl; Damiano Spina Srl; Fattibene Luigi Srl; I Pavoni Sas Di Mercaldi Maria; Nonna Maria; Totem Food Srl; Tenuta Venterra Di Antonella Ferrara; La Cupa Società Cooperativa Agricola; Danieli Il Forno Delle Puglie Di Lovascio Gaetano Daniele & C. Sas; S.A. Azienda Agricola Annese Di Fera Giuseppina Sas; Panificio Palumbo Srl; Sapori Di Casa Di Salzo Anna; Soc. Agr. Eredi Di Spagnoletti Zeuli Giovanni Soc. Semplice; Pastificio Martimucci Srl ; Antica Valle d'Ofanto Sanferdinandese Srl; De Carlo Srl; Quattroemme Snc; Guglielmi Saverio Snc; D'Orazio Srl; Azienda Agricola Fratepietro; Birrificio B94 Srl; Salumi Martina Franca Srl; Kepos s.s. Agricola; Labbate Srl; P.M.C. Trasformazioni Alimentari Di Pugliese Maria & C. Snc; Agrigelo Di De Palma Michele; Base pizza Srl; Centrone Conserve Italiane Srl.


box_banner_sx
Worldpass Italian Quality Experience Banner Comunica Cassetto digitale dell'imprenditore
box_banner_dx
Logo
C.so Cavour n. 2 - 70121 BARI | Tel. 080.2174111 (Centralino) | Fax 080.2174228
Mail: segretario.generale@ba.camcom.it | PEC: cciaa@ba.legalmail.camcom.it
P.Iva: 02517930729 | C.F.: 80000350720
separatore_verticale_down separatore_verticale_down separatore_verticale_down separatore_verticale_down separatore_orizzontale_down
Web Made in Italy
JCOM ITALIA: Web - Comunicazione - Marketing (Bari)