Home » » »
Stampa pagina
Condividi
Rivolgiti all'U.R.P.
simbolo_cerca
Cerca
input_sx



simbolo_albo_camerale
Avviso Elenco fornitori
simbolo_calendario
Calendario news
Agosto 2018
L M M G V S D
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
             
indicatore_sx Mese corrente indicatore_dx
simbolo_calendario
Calendario eventi
Agosto 2018
L M M G V S D
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
             
indicatore_sx Mese corrente indicatore_dx
spid
alternanza scuola lavoro
PID - Punto Impresa Digitale
Progetti Digitali
simbolo_sondaggi
Sondaggi

 

 
Puglia: 4.580 imprese in più nel 2017 (+1,20%) - il report annuale di Movimprese
mercoledì, 24 gennaio 2018

MOVIMPRESE

 

NATALITA’ E MORTALITA’ DELLE IMPRESE ITALIANE REGISTRATE PRESSO LE CAMERE DI COMMERCIO

Puglia: 4.580  imprese in più nel 2017 (+1,20%)

I tassi di crescita:
Taranto 1,56%, Brindisi 1,42%, Lecce 1,32%, Foggia 1,12% e Bari 1,01%

 

 

La Puglia chiude il 2017 con un saldo positivo di 4.580 imprese: 23.654 le iscrizioni,  19.074 le cessazioni, un tasso di crescita dell'1,20%, (nel 2016 era stato dell'1,09%),  380.553 il totale delle imprese al 31.12.2017.

I dati sulla nati-mortalità delle imprese italiane nel corso del 2017 sono stati elaborati da Unioncamere– InfoCamere.

In Puglia si continua dunque a credere nell’impresa e, anche nell'anno trascorso le nuove attività economiche hanno superato quelle che hanno chiuso i battenti.

In Italia sono 46mila in più le imprese iscritte nei registri delle Camere di commercio, con una crescita dello 0,7% rispetto al 2016. La Puglia con il suo tasso di crescita medio dell' 1,20 % ha fatto di gran lunga meglio (Taranto, 1,56%, Brindisi, 1,42%, Lecce, 1,32%, Foggia 1,12% e Bari 1,01%).

 

Si deve alle regioni meridionali quasi il 60% dell’aumento complessivo del numero delle imprese, una quota record nella storia del saldo nazionale

Sono due i fenomeni che spiegano questo risultato: l’ulteriore rallentamento della nascita di nuove imprese (quasi 357mila a livello nazionale,  l’1,8% in meno del 2016) e una più consistente frenata delle chiusure (poco più di 311mila, il dato più contenuto degli ultimi dodici anni), in calo del -3,4% rispetto all’anno precedente.

Al netto di Piemonte (-965), Emilia-Romagna (-636), Friuli Venezia Giulia (-431) tutte le altre regioni hanno chiuso il 2017 con un bilancio anagrafico positivo, con il Lazio a fare da battistrada (10.648 imprese in più), seguito da Campania (+9.472) e Sicilia (+7.518).

Quanto ai settori, a livello complessivo quelli che nel 2017 hanno fatto registrare gli aumenti maggiori nel numero di imprese registrate sono stati il turismo (+10.335), i servizi alle imprese (+7.206 ) e le attività professionali scientifiche e tecniche (+5.494). A chiudere in rosso, invece, sono state le attività manifatturiere (-2.648), le costruzioni (-1.913) e l’agricoltura (-447).

Se però si guarda all’andamento dei settori nel Mezzogiorno, il quadro si presenta in parte in controtendenza e mostra soprattutto una forte concentrazione del saldo attivo nel  turismo (sempre in testa tra le vocazioni imprenditoriali più scelte) e nell’agricoltura (+2.810). Bilanci più che positivi al sud anche nel commercio (+1.970) e nelle costruzioni (+1.284).

 

In allegato le tabelle per gli approfondimenti.

//
box_banner_sx
Banner Comunica Benvenuta impresa Cassetto digitale dell'imprenditore The niew review
box_banner_dx
Logo
C.so Cavour n. 2 - 70121 BARI | Tel. 080.2174111 (Centralino) | Fax 080.2174228
Mail: segretario.generale@ba.camcom.it | PEC: cciaa@ba.legalmail.camcom.it
P.Iva: 02517930729 | C.F.: 80000350720
separatore_verticale_down separatore_verticale_down separatore_verticale_down separatore_verticale_down separatore_orizzontale_down
Web Made in Italy
JCOM ITALIA: Web - Comunicazione - Marketing (Bari)