Home » » »
Stampa pagina
Condividi
Rivolgiti all'U.R.P.
simbolo_cerca
Cerca
input_sx



simbolo_newsletter
Newsletter
input_sx
Iscriviti per essere aggiornato sulle nostre news
simbolo_albo_camerale
Avviso Elenco fornitori
simbolo_calendario
Calendario news
Novembre 2017
L M M G V S D
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
             
indicatore_sx Mese corrente indicatore_dx
simbolo_calendario
Calendario eventi
Novembre 2017
L M M G V S D
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
             
indicatore_sx Mese corrente indicatore_dx
spid
alternanza scuola lavoro
Progetti Digitali
simbolo_sondaggi
Sondaggi

 

 
Transizione Scuola-Lavoro: Nasce StartNet
giovedì, 14 settembre 2017





Una rete italotedesca in Puglia raccorda le iniziative per favorire l’ingresso dei giovani nel mercato professionale.

I promotori: “Sarà un modello pilota per l’Europa”

 

Bari, 14 settembre 2017 -  In occasione dell’81esima Fiera del Levante, nella Sala Conferenze Stampa del Padiglione della Regione Puglia è stato presentato il progetto StartNet, promosso da Fondazione Mercator e Goethe-Institut, dall’Assessorato all’Istruzione, alla Formazione e al Lavoro della Regione Puglia e dall’Ufficio Scolastico Regionale. 

L’azione pilota presentata oggi si propone di promuovere un percorso partecipato per ridurre il divario tra sistema della formazione e del lavoro, attraverso percorsi di transizione scuola/lavoro.

La Fondazione Mercator, sulla base di una lunga e consolidata collaborazione, ha individuato nel Goethe-Institut il soggetto al quale affidare un percorso strutturato per l’elaborazione e la costruzione di una rete di istituzioni, associazioni, stakeholder con il compito di realizzare un’azione sperimentale per promuovere la transizione Scuola-Lavoro.

 “Abbiamo l’ambizione di agire sulla leva dell’apprendimento diretto – ha affermato l’Assessore Leo - attraverso un sistema dell’istruzione integrato con le istanze e le peculiarità del nostro territorio, che sappia fondarsi sulla partecipazione attiva e lo scambio di conoscenze e informazioni pratiche e tecniche in un quadro di confronto con realtà produttive di altri Paesi europei. Per questa ragione voglio esprimere la mia soddisfazione per questo primo risultato raggiunto: l’azione pilota di cui la Regione Puglia grazie alla Fondazione Mercator e al Goethe-Institut potrà essere beneficiaria, infatti, sarà utile alla creazione di una rete territoriale che consenta di avere una governance efficace dei sistemi di transizione scuola/lavoro, in primis dell’alternanza e del neo-istituto per l’Italia del sistema duale, che da tempo è solidamente attivo in Germania. Abbiamo un compito complesso, ma al tempo stesso entusiasmante - ha sottolineato l’assessore Leo - Il sostegno della Fondazione Mercator ci onora e ci esorta a fare sempre meglio, per garantire un sistema dell’istruzione e della formazione sempre più all’avanguardia e in grado di rendere i nostri ragazzi capaci di affrontare le sfide che ci attendono, ma anche più inclusivo” – ha concluso l’assessore Sebastiano Leo.

La tenuta sociale dell’Europa e il presente dei suoi cittadini più giovani sono due delle priorità nelle agende di tutti i governi dell’Unione Europea. – afferma Susanne Höhn, responsabile delle relazione con l’UE del Goethe-Institut - Ma sono anche responsabilità di cui il mondo della cultura deve farsi carico, perché affinché una politica culturale abbia significato deve saper riconoscere le tematiche che necessitano il suo intervento e saper tradurre le idee in azioni concrete sul territorio. Per questo motivo il Goethe-Institut sostiene e promuove progetti come StartNet, al quale contribuisce con la propria esperienza di mediatore e facilitatore di dialogo e collaborazione. Ci auguriamo e invitiamo altre realtà e partner ad unirsi presto a questa rete.”

 

Le ricerche commissionate dalla Fondazione Mercator hanno dimostrato che, quando la transizione dalla scuola al lavoro viene accompagnata e seguita da reti regionali composte da scuole, comunità e imprese, allora la disoccupazione giovanile diminuisce - dice Anne Duncker, Capodipartimento Relazioni Internazionali della Fondazione Mercator - La Puglia deve essere un modello, pioniera nella lotta alla disoccupazione giovanile nel sud Europa, e invogliare altre regioni a seguire il suo esempio ” prosegue Duncker.

 

Sono attualmente firmatari del Memorandum of Understanding: la Fondazione Mercator (Stiftung Mercator GmbH – Essen), il Goethe-Institut, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, la Regione Puglia – Assessorato all’Istruzione, alla Formazione e al Lavoro, l’Ufficio Scolastico Regionale della Puglia, la Consulta degli Studenti della Puglia, l’Unione Regionale delle Camere di Commercio di Puglia, Confindustria della Puglia, il Consorzio nazionale per l’innovazione sociale NOVA, la Rete di Scuole pugliesi Green Education &Training, ma la rete è destinata a crescere ulteriormente.

 

StartNet in breve

Il progetto, di durata triennale, consiste nella creazione di una rete tra scuole, imprese, istituzioni e associazioni locali. La rete dovrà mettere a sistema le informazioni e le disponibilità di tutti gli attori presenti sul territorio, al fine di fornire ai ragazzi indicazioni e progetti concreti ed efficaci sulle possibilità di formazione, studio e carriera.

L’iniziativa avrà due sedi operative in Italia e una a Bruxelles che avrà il compito di valutare 20 reti formative europee e di trasferirne le buone pratiche nella neonata rete italo-tedesca. 

 

Il metodo di lavoro: il collective impact.

Troppi attori lavorano sugli stessi temi sociali in modo isolato. Il metodo del collective impact vuole risolvere un problema sociale tramite un’agenda condivisa e una collaborazione strutturata tra tutte le parti coinvolte. I criteri di questo metodo sono cinque:

-      L’impegno di tutti i partecipanti, una visione comune del problema e la volontà di agire insieme.

-      Metodo condiviso di raccolta dati e monitoraggio.

-      Le diverse attività dei partecipanti devono essere raccordate in un piano unico d’azione.

-      Comunicazione continua tra le parti.

-      Un’organizzazione separata, con un proprio staff, che funge da spina dorsale del progetto e gestisce l’agenda e le attività dei partecipanti.

 

Il Goethe-Institut in Italia

Ente accreditato dal MIUR per le attività di formazione del personale scolastico, il Goethe-Institut promuove azioni d’informazione sui modelli esistenti di formazione in alternanza e apprendistato in Germania. Negli ultimi tre anni, insieme a Partner quali MIUR, BMBF (Bundesministerium für Bildung und Forschung – Ministero federale per la Formazione e la Ricerca), Italia Lavoro e il BIBB (Bundesinstitut für Berufsbildung – Istituto federale per la formazione professionale), il Goethe-Institut ha intensificato la propria attività di cooperazione promuovendo oltre sessanta tra eventi, incontri, viaggi e progetti mirati all’alternanza scuola lavoro.

La fondazione Mercator è una fondazione privata e indipendente. Con il suo lavoro mira ad una società caratterizzata da apertura internazionale, solidarietà e pari opportunità. In quest’ottica ha come obiettivo il rafforzamento dell’Europa, l’aumento del livello di istruzione di bambini/-e ragazzi/-e provenienti da situazioni svantaggiate, in particolare giovani con un background migratorio, il miglioramento della qualità e dell’efficacia della formazione culturale, il sostegno attivo della tutela del clima e la promozione della scienza e della ricerca. Tra le principali fondazioni tedesche è attiva sia a livello nazionale che internazionale.


Elisa Costa
Ufficio Stampa e Relazioni Esterne
Goethe-Institut Rom
via Savoia, 15
I - 00198 Roma
Tel. +39 06 84400566
Fax +39 06 8411628
Mob. 345.2909875
ufficiostampa@rom.goethe.org
Skype 
elisa.costa@goethe.de
box_banner_sx
Banner incontrerete Italian Quality Experience Verifiche PA InfoCamere Banner Starnet
box_banner_dx
Logo
C.so Cavour n. 2 - 70121 BARI | Tel. 080.2174111 (Centralino) | Fax 080.2174228
Mail: segretario.generale@ba.camcom.it | PEC: cciaa@ba.legalmail.camcom.it
P.Iva: 02517930729 | C.F.: 80000350720
separatore_verticale_down separatore_verticale_down separatore_verticale_down separatore_verticale_down separatore_orizzontale_down
Web Made in Italy
JCOM ITALIA: Web - Comunicazione - Marketing (Bari)