simbolo_cerca
Cerca
input_sx



simbolo_newsletter
Newsletter
input_sx
Iscriviti per essere aggiornato sulle nostre news
simbolo_albo_camerale
Avviso Elenco fornitori
simbolo_calendario
Calendario news
Agosto 2017
L M M G V S D
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
             
indicatore_sx Mese corrente indicatore_dx
simbolo_calendario
Calendario eventi
Agosto 2017
L M M G V S D
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
             
indicatore_sx Mese corrente indicatore_dx
spid
alternanza scuola lavoro
Progetti Digitali
simbolo_sondaggi
Sondaggi

 

 
XIV Giornata dell’Economia - Camera di Commercio di Bari 16 maggio 2016
mercoledì, 11 maggio 2016



XIV Giornata dell’Economia

 

presentati stamani dati. Più di 460 tavole curate dalla Cdc di Bari

 

Imprese di Bari e Bat:  giovani, rosa, green e smart

 

Le due province fra le più dinamiche nel Meridione nel 2015

 

Ambrosi: la Camera di Commercio di Bari offre al territorio  e ai decision maker un patrimonio di dati per la definizione di nuovi e positivi scenari di sviluppo per la società e l’economia

 

Tra le province meridionali, quelle di Bari e Barletta-Andria-Trani si confermano nel 2015 tra le più dinamiche sul piano economico e l'area metropolitana di Bari il cuore del sistema economico regionale.

 

E' quanto emerge dai dati presentati oggi alla Camera di Commercio di Bari nell'ambito della XIV giornata dell'economia, iniziativa nazionale del sistema camerale italiano organizzata in collaborazione con Unioncamere e Istituto Tagliacarne. Un'analisi completa e approfondita dell’economia locale attraverso un report di oltre 400 tavole tematiche curate dalla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Bari.

 

"Un sistema produttivo che potremmo definire 3.0" ha dichiarato il presidente dell'ente Alessandro Ambrosi. "Le nostre imprese, sebbene medio-piccole, sono cresciute sotto il profilo della maturità amministrativa e tecnologica, sono rosa, sono giovani, sono green, sono smart. Il piccolo, ma credo significativo, contributo della Camera di Commercio di Bari allo sviluppo della nostra comunità economica e sociale è rappresentato anche da questo dettagliatissimo patrimonio di dati che oggi consegniamo virtualmente alla comunità di imprese e cittadini nella convinzione che i loro decision maker sapranno farne il miglior uso possibile per la definizione di nuovi e positivi scenari di sviluppo per la società e l’economia. La vera sfida  è coinvolgere quanti più soggetti possibili nelle definizione ed attuazioni di policy economiche: dalla realtà più piccole a quelle più grandi, dal livello politico locale a quello centrale, dalla grande industria alla piccola impresa artigiana".

 

"I dati sono tutti disponibili on line sul sito della Camera di Commercio di Bari www.ba.camcom.it  - ha assicurato il segretario generale dell'ente, dott.ssa Angela Patrizia Partipilo - e  coprono un arco di tempo che va dal 2005 al 2015 e dove è stato possibile anche i primi tre mesi del 2016".

 

L’andamento demografico nelle province di Bari e Barletta-Andria-Trani presenta nel 2015 un tasso di sviluppo imprenditoriale pari allo 0,73% (differenza tra tasso di natalità, pari a +6,08, e tasso di mortalità, pari a 5,35%), in linea con la media nazionale (0,78%). Le aziende registrate al 31 dicembre dello scorso erano 151.550 (rispetto alla stessa scadenza del 2014 le unità in più sono state 605), di queste 129.999 erano attive, 9.597 risultavano inattive, 8.162 erano in scioglimento o liquidazione, 3.717 con procedure concorsuali in corso, 75 erano sospese. La maggior parte delle 151.550 imprese opera nel commercio, 29,7%,  il 24,4% nei servizi, il 17,5% nell'agricoltura, il 9,8% nell'industria, il 7% non sono classificate.

 

Nel complesso si registra un andamento settoriale comunque non omogeneo che vede soprattutto i settori dell'agricoltura e dei servizi e, in parte, dell'industria, fornire la più elevata componente positiva allo sviluppo.

 

Altri settori produttivi, come costruzioni e commercio, appaiono in affanno, contribuendo a questo risultato con un diverso grado di vitalità.

 

Il tasso d’iscrizione di nuove imprese è tornato in terreno positivo con un +2,42% su base annuale riportando i valori assoluti sui livelli del biennio 2012-2013.

 

Continuano a crescere le cosiddette imprese in “rosa”. Le imprese costituite da donne, oppure con componente societaria maggioritaria femminile, al 31 dicembre 2015 erano 31.600: rispetto alla stessa scadenza del 2014 sono state 406 in più. L’affermazione dell’imprenditoria femminile nell’economia barese è testimoniato sia dalla numerosità - pesano oltre un quinto del totale (31.600 su 151.550 pari al 21%) - che dalla dinamicità delle donne che scelgono di dare alla loro azienda una struttura più solida. Le imprenditrici, inoltre, preferiscono essere leader indiscusse all’interno della propria azienda: le imprese composte esclusivamente da donne sono 26.995: l’85% dell’universo “rosa”.

 

Costituiscono una bella realtà in crescita anche i “contratti di rete” e le start up innovative, le nuove forme societarie che all'indubbio appeal fiscale associano facilità smart e attrattiva high tech o green.

 

Secondo gli ultimi dati disponibili (aprile 2016), nelle province di Bari e Barletta-Andria-Trani, sono 479 - oltre la metà di quelli pugliesi (889) - i soggetti che hanno aderito ad almeno un contratto di rete: il modello di collaborazione tra imprese che consente, pur mantenendo la propria indipendenza, autonomia e specialità, di realizzare progetti ed obiettivi condivisi, incrementando la capacità innovativa e la competitività sul mercato. Di questi 44 sono impegnati nel settore agricolo, 103 nel manifatturiero, 48 nelle costruzioni, 44 nel commercio, 196 nei servizi, 31 nella ricettività turistica e nella ristorazione. Le società di capitale sono 277, quelle di persone 55, le imprese individuali 90, i consorzi e le altre forme societarie 57.


 Menzione speciale anche per start up innovative e incubatori di start up innovative certificati che sono stati introdotti nell’ordinamento italiano nel 2012 per favorire la nascita e la crescita di nuove imprese innovative. Si tratta di società di capitali, costituite anche in forma cooperativa, che oltre a requisiti specifici di tipo amministrativo, devono avere quale oggetto sociale esclusivo o prevalente, lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico e devono investire in ricerca e sviluppo, oppure impiegare personale altamente qualificato per almeno un terzo della propria forza lavoro o ancora essere titolari, depositarie o licenziatarie di almeno una privativa industriale relativa ad una invenzione industriale, biotecnologica, tecnologica, biologica o informatica. I soggetti iscritti al Registro Imprese della Camera di Commercio di Bari nella relativa sezione speciale, secondo gli ultimi dati disponibili (aprile 2016), sono 111, oltre la metà di quelli pugliesi (213), il 2% del totale nazionale (5.586). Tutti sono impegnati nel campo tecnologico ed energetico.

 

Diminuiscono le imprese giovanili, che passano da 18.579 del 2014 a 18.002 del 2015, aumentano quelle straniere, da 5.556 a 5.629, e per il 56,64% sono operative nel commercio.

 

Occupazione: I dati Istat 2015 sulle forze lavoro rilevano che il tasso di occupazione, relativo alla popolazione tra i 15 e i 64 anni, in provincia di Bari è pari al 46,2%, mentre nella Bat è al 40,1%. La media regionale è al 43,3%, quella meridionale al 42,5%, la nazionale al 56,3%. Dall’analisi del tasso di occupazione per sesso, scaturisce un divario molto forte. Infatti, mentre per i maschi il tasso di occupazione è pari al 59,2% a Bari e al 55,9% nella Bat (media nazionale 65,5%); per le femmine raggiunge rispettivamente il 33,5% e il 24,3% (media nazionale 47,2%).

 

Sensibilmente alti i valori del tasso di disoccupazione che a Bari si attesta al 19% e nella Bat al 20,6%. In Puglia e al Sud è al 19,7%, in Italia all'11,4%.

 


 


 

Bari Bat - Report

Bari Bat - Indice tavole dati

Bari Bat - Tavole DATI

 







box_banner_sx
InfoCamere start-up innovativa Banner Starnet Worldpass Banner incontrerete
box_banner_dx
Logo
C.so Cavour n. 2 - 70121 BARI | Tel. 080.2174111 (Centralino) | Fax 080.2174228
Mail: segretario.generale@ba.camcom.it | PEC: cciaa@ba.legalmail.camcom.it
P.Iva: 02517930729 | C.F.: 80000350720
separatore_verticale_down separatore_verticale_down separatore_verticale_down separatore_verticale_down separatore_orizzontale_down
Web Made in Italy
JCOM ITALIA: Web - Comunicazione - Marketing (Bari)