24/07/2017

Fiera del Levante - Bologna: sì all'alleanza con Bari

Deliberata stamane da Bologna Fiere l'adesione alla campionaria barese

 

Ambrosi: "Stiamo dando un futuro alla storia, l'unico possibile per la nostra Fiera del Levante".

 

L'assemblea di Fiere Bologna Spa ha detto sì all'alleanza con Bari, deliberando stamani l'adesione al progetto Fiera del Levante. Si chiude così positivamente l'accordo tra Bologna e la Caravella barese, che permette la nascita della newco (guidata all'85% da Camera di Commercio di Bari e il restante 15% Bologna) per la gestione della Fiera del Levante.

"Finalmente ce l'abbiamo fatta" commenta soddisfatto il presidente della Camera di Commercio di Bari, Alessandro Ambrosi, impegnato sin dall'inizio in prima persona insieme alla Regione Puglia e al Comune di Bari per raggiungere questo risultato. "Oggi si apre una pagina storica per la nascita del primo polo fieristico del Sud. Sapevamo che non sarebbe stato semplice ma non abbiamo mai smesso di lavorare per il raggiungimento di un obiettivo strategico per il nostro territorio e per le nostre imprese.

Stiamo dando un futuro alla storia, l'unico possibile per la nostra Fiera del Levante, che grazie a questa partnership verrà inserita  in una rete nazionale e internazionale di rapporti, con tutto ciò che questo poi può comportare per gli eventi di cui sarà promotrice".

"Il rilancio della Fiera del Levante - prosegue Ambrosi - non può che vedere il protagonismo del mondo imprenditoriale nella gestione. Con il Piano Industriale si intende  avviare un percorso di riorganizzazione e ripianificazione strategica delle attività e dei servizi offerti dalla Fiera del Levante, in grado di assicurare sostenibilità e continuità al suo ruolo di sostegno alla promozione delle imprese meridionali in Italia e all’estero.

Volendo, altresì, ritagliare un ruolo nuovo e originale alla Fiera del Levante nel panorama nazionale e internazionale, che sia in grado non solo di favorire la valorizzazione e riqualificazione del patrimonio immobiliare del quartiere fieristico di Bari, ma soprattutto di farne un polo di attrazione, identità e offerta per tutto il meridione d'Italia. Soprattutto in uno scenario di tipo mediterraneo, data la collocazione naturalmente strategica che la Puglia possiede per questioni geografiche e per provate capacità imprenditoriali".