16/02/2018

SAVE THE DATE 22/2 - Insieme per cittadinanza economica - Strumenti per finanziare sviluppo impresa e risparmio sicuro

Accrescere la cultura finanziaria di imprenditori, studenti e cittadini

 

Insieme per la cittadinanza economica

 

Strumenti e opportunità per finanziare lo sviluppo d’impresa e per un risparmio sicuro

 

Giovedì 22 febbraio Camera di Commercio di Bari ore 9,45

 

 

Accrescere la cultura finanziaria di imprenditori, studenti e cittadini. E' l'obiettivo del roadshow organizzato da Unioncamere Nazionale e Consob, con la collaborazione del Consorzio Camerale per il credito e la finanza e l'Ordine dei Dottori Commercialisti.

“Insieme per la cittadinanza economica” è il titolo dell'evento nazionale che la Camera di Commercio di Bari ospiterà il 22 febbraio dalle 9,45 e che coinvolge anche gli enti camerali  di Roma, Novara, Maremma e Tirreno, Pescara e Livorno.

«Agli imprenditori e ai professionisti operanti sul territorio - dichiara il presidente della Camera di Commercio di Bari, Alessandro Ambrosi - vogliamo offrire un quadro esaustivo degli strumenti e delle opportunità a disposizione per finanziare lo sviluppo d’impresa, così come a studenti e cittadini le nozioni necessarie per intraprendere percorsi di risparmio ed investimento consapevoli e sicure».

La prima sessione della giornata, che si svolgerà nella mattinata, è indirizzata a studenti e cittadini e vedrà l’approfondimento delle principali nozioni di alfabetizzazione ed educazione finanziaria. In particolare, verranno trattati temi quali i percorsi di investimento, i diritti, le responsabilità e le forme di tutela degli investitori, le caratteristiche del nuovo Arbitro per le Controversie Finanziarie attivo presso la Consob e gli aspetti comportamentali legati all’agire in ambito finanziario.

La seconda sessione, quella pomeridiana, è rivolta a imprese e professionisti. Il tema è l’accesso al credito e ai mercati finanziari da parte delle imprese. Oltre al tradizionale canale bancario verranno trattati i principali strumenti alternativi per il reperimento di capitali: tra questi, strumenti di debito come minibond e cambiali finanziarie, opportunità legate all’introduzione dei PIR, strumenti di equity e venture capital, piattaforme per la raccolta di capitali, con particolare riferimento al crowdfunding e al peer-to-peer lending.

«In un contesto che vede le piccole e medie imprese italiane faticare nel reperimento di risorse finanziarie - conclude Ambrosi -  risulta fondamentale che imprenditori e professionisti acquisiscano gli strumenti necessari per soddisfare le esigenze di finanziamento in funzione di specifiche necessità.»


- Info e programma