23/01/2019

Registro Imprese - Campagna Bilanci 2019: nuova tassonomia XBRL

Con la pubblicazione del comunicato MISE in Gazzetta Ufficiale n. 6 dell' 8 Gennaio 2019, entra in vigore la versione di tassonomia 2018-11-04 che sarà obbligatoria per le istanze di deposito presentate dal 01-03-2019 (maggiori dettagli sul sito XBRL ITALIA).

Fino a tale data saranno accettati anche i bilanci predisposti con la tassonomia precedente 2017-07-06.

Da mercoledì 23 gennaio i nostri sistemi saranno adeguati per gestire la nuova tassonomia 2018-11-04 e per rifiutare le precedenti versioni di tassonomia non più valide: alle già dismesse versioni 2009-02-16, 2011-01-04, 2014-11-17 si aggiunge la versione 2016-11-14.

Tutti i bilanci relativi ad esercizi con data inizio anteriore al 1/1/2016 (ante D.Lgs n. 139/2015) potranno avvalersi della tassonomia 2015-12-14, coerente alla precedente normativa. Sono tre le principali differenze, tutte relative alla nota integrativa, fra la Tassonomia PCI_2018-11-04 e la precedente PCI_2017-07-06: in primis la suddivisione in più campi testuali della sua parte iniziale; quindi una sezione ad hoc dedicata alle cooperative; infine l’introduzione dell’informativa per i cosiddetti contributi pubblici.

Nessuna novità, invece, sia per gli schemi quantitativi del bilancio d’esercizio che per il tracciato del consolidato.

Di seguito, sono indicate le tassonomie valide per l’esercizio di riferimento in funzione della data di inizio e fine (esercizio):
 
 - Inizio esercizio prima del 1/1/2016 versione 2015-12-14
- Chiusura esercizio prima del 31/12/2018 - Chiusura esercizio dal 31/12/2018 in poi  - Inizio esercizio dal 1/1/2016 in poi versione 2017-07-06 (utilizzabile fino al 31.12.2019) o versione 2018-11-04 versione 2018-11-04 o versione 2017-07-06 (quest’ultima utilizzabile fino al 28.02.2019)