19/03/2013

Telemaco

Cos' è

La convenzione Telemaco - Telepay è un contratto con la Camera di Commercio che consente, ai soggetti dotati di una P. IVA (società, ditte individuali, associazioni, Comuni e altri enti pubblici, commercialisti, altri professionisti etc.), di accedere in tempo reale alle banche - dati di tutte le Camere di Commercio sull' intero territorio nazionale.
Il servizio Telemaco - Pay rispetta la normativa vigente sulla certificazione a distanza e gli standard per l' accesso ai documenti amministrativi in formato elettronico.

A cosa serve

Attraverso il servizio Telepay, disponibile sul sito Internet .: http://telemaco.infocamere.it :. , è possibile effettuare le seguenti operazioni:

  • inviare telematicamente pratiche (nuove iscrizioni, cessazioni, variazioni, inizi attività, nomina e cessazione cariche sociali, apertura di unità locali etc.) e bilanci al Registro delle Imprese;
  • estrarre visure e certificati del Registro delle Imprese e del cessato Registro delle Ditte (ordinari, storici, protocollo, assetti proprietari, di iscrizione abbreviata) e dell' Albo Artigiani.
    La visura ottenuta tramite Telepay si presenta identica a quella ottenuta presso lo sportello della Camera di Commercio.
    La ricerca di impresa o persona (in ambito provinciale o nazionale) può avvenire:
  1. per numero REA;
  2. per cognome e nome;
  3. per denominazione/ragione sociale;
  4. per Codice Fiscale di persona fisica;
  5. per Codice Fiscale di impresa;

· estrarre un insieme di informazioni sull' impresa riguardanti le procedure concorsuali in corso (fallimento, amministrazione controllata, liquidazione coatta amministrativa etc.);

  • estrarre visure del Registro dei protesti.
    La consultazione riguarda i dati ufficiali relativi ai protesti levati negli ultimi cinque anni a carico di persone sia fisiche che giuridiche;
  • estrarre visure del Registro brevetti e marchi;
  • stampare copie di bilanci e di altri atti archiviati otticamente;
  • estrarre schede persone (ossia di tutte le società nelle quali una persona riveste cariche sociali) e schede soci, storiche e non (ovvero di tutte le società di capitali nelle quali una persona è ovvero è stata socia).

Attraverso il servizio Telemaco - Telepay, invece, non è possibile estrarre certificati antimafia in quanto i medesimi vengono emessi dalla Camera di Commercio collegandosi telematicamente con il sistema informativo utilizzato dalla Prefettura di Roma e, in base all' art. 6 comma 3 del D.P.R. n. 252/98, possono essere richiesti esclusivamente dal legale rappresentante della impresa o da altro soggetto munito di delega.
Inoltre, tramite Telepay si può interrogare la banca dati EBR - European Business Register - che offre un servizio unificato di accesso in tempo reale alle informazioni ed ai documenti ufficiali riguardanti le imprese di 14 paesi europei: Austria, Belgio, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Norvegia, Spagna e Svezia. La consultazione di dati ufficiali del Registro Europeo delle imprese è gratuita sino al 31 gennaio 2006.

Come fare per stipularla

Per stipulare la convenzione, occorre presentare il .: modello :. della medesima qui allegato, o da ritirarsi presso la sede della Camera di Commercio, debitamente compilato e firmato su ciascuno dei quattro fogli dal legale rappresentante della impresa ovvero dal professionista, allegando la fotocopia di un documento di identità in corso di validità del medesimo.
Inoltre, nel caso di presentazione del modello tramite altro soggetto diverso dal firmatario della convenzione, occorre allegare una delega in carta semplice alla presentazione della convenzione e al ritiro delle relative user e password, nonché una fotocopia del documento di identità del delegato.
In tal modo si ottiene l' abilitazione ad accedere al servizio, ossia una USER (numero utente) e una PASSWORD alfanumerica (che è opportuno, per motivi di sicurezza, cambiare al momento del primo accesso al sito).

Modalità di pagamento

La convenzione prevede la costituzione di un fondo prepagato, da cui attingere i diritti di segreteria, i bolli e le tariffe informatiche relativi a tutte le operazioni di cui sopra, attraverso esclusivamente:

· una carta di credito (aziendale, personale, anche intestata ad una persona diversa dal firmatario della convenzione);

· un bonifico bancario dell' importo minimo di 5.000 Euro.
Ogni qualvolta viene effettuato un versamento per alimentare il fondo prepagato, occorre distinguere la somma che si è deciso di versare in due conti, stabilendo i relativi importi:
1° conto relativo a diritti di segreteria e bolli virtuali (esenti da I.V.A.);
2° conto relativo a tariffe informatiche (soggette ad I.V.A. - v. listino riportato alla quarta pagina del modello di convenzione),
sottolineando altresì che non è possibile successivamente effettuare passaggi di importi da una voce all' altra on line, ma esclusivamente a mezzo e - mail da inviare all' indirizzo giroconti@infocamere.it (specificando la propria user - id e la cifra che si intende stornare da una voce all' altra del proprio conto).
Al momento del primo versamento, si può scegliere tra due opzioni:
1^ opzione: versando 50 Euro, tale somma viene ripartita dal sistema in 40 Euro di diritti/bolli e 10 Euro di tariffe;
2^ opzione: versando 100 Euro, tale somma viene ripartita dal sistema in 80 Euro di diritti/bolli e 20 Euro di tariffe e si ha diritto a ottenere gratuitamente un lettore smart - card, per ritirare il quale occorre presentarsi presso l' Ufficio Registro Imprese della Camera di Commercio muniti di una copia della prima fattura da cui si evince il versamento in questione e di una copia del documento di identità del titolare della convenzione. Inoltre, nel caso di ritiro del lettore tramite altro soggetto diverso dal firmatario della convenzione, è necessario allegare una delega in carta semplice al ritiro medesimo nonché una fotocopia del documento di identità del delegato.
Dal fondo prepagato viene prelevata anche una commissione bancaria pari al 2% degli importi versati nel conto "Diritti di segreteria e bolli virtuali".

Fatturazione

Le fatture relative ai versamenti effettuati vengono inviate all' indirizzo e - mail indicato nel modello di convenzione.

Invio telematico delle pratiche

L' invio telematico della pratica attraverso Telepay equivale alla presentazione a mezzo plico raccomandato di cui all' art. 15 del D.P.R. 581/95.
Le pratiche telematiche, una volta compilato il modello e allegati i documenti che le compongono, pervengono via Internet, attraverso protocolli di trasmissione e ricezione sicuri, ad Infocamere che provvede a smistarle alla Camera di Commercio competente per territorio provinciale. Successivamente la pratica viene meccanizzata dalla Camera di Commercio; a seguito di ciò, all' utente viene indirizzato un messaggio e - mail, contenente la ricevuta dei diritti di segreteria e bolli dovuti per la singola pratica.
Il sistema è integrato con la Firma Digitale: è quindi possibile firmare con la smart - card i documenti informatici da inviare alle Camere di Commercio. I documenti avranno lo stesso valore legale della forma scritta.
Ad ogni invio di pratica telematica o di bilancio, Infocamere preleva dal conto "Tariffe" del cliente un importo pari ad Euro 2,50, che si aggiunge ai diritti di segreteria e bolli virtuali dovuti per la pratica in questione.
Per ogni ricerca anagrafica nel Registro delle Imprese o nel Registro dei protesti, qualora alla ricerca non segua la stampa del relativo certificato o visura, la ricerca costa una tariffa rispettivamente di Euro 0,50 ovvero di Euro 2,00. Qualora, invece, la ricerca sia seguita dalla stampa della visura o del certificato della impresa in tal modo individuata, dal fondo prepagato viene prelevato solo il costo di quest' ultimo documento.

Cosa occorre per stampare i certificati

A differenza delle visure, che possono essere stampate su carta bianca, tutti i certificati devono essere stampati su una speciale carta filigranata non fotoriproducibile che si acquista presso l' Ufficio Economato della Camera di Commercio. Inoltre, su ogni certificato deve essere apposto un bollino, diverso per ogni tipo di certificato (ordinario, storico o artigiano); i bollini devono ugualmente essere acquistati presso l' Ufficio Economato.
Al momento dell' acquisto del materiale in oggetto è necessario fornire all' addetto dell' Economato la USER del cliente, al fine di meccanizzare in conto alla medesima il numero di fogli e di bollini acquistati.

Requisiti tecnici
Per accedere a Telepay è sufficiente disporre di un collegamento ad Internet. Per ottenere migliori prestazioni, si consiglia una linea ad alta velocità.
Il servizio è compatibile con i maggiori browser presenti nel mercato:

· Explorer 4. 01 o superiori
· Netscape 4. 0X o superiori.

 

Sig. Francesco Palladino (Responsabile del Servizio)
Tel. 080/2174358
.:francesco.palladino@ba.camcom.it:.

D.ssa Stefania Cardinale
Tel. 080/2174426
.:stefania.cardinale@ba.camcom.it:.

Rag. Teresa Risola
Tel. 080/2174422
.:teresa.risola@ba.camcom.it:.

oppure a:
.:telemaco@infocamere.it:.

.:www.infocamere.it:.

Numero assistenza telefonica Telepay 899 699696 (dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 20.00, il sabato dalle ore 9.00 alle ore 13.00). Il costo della chiamata, della durata massima di 6 minuti, è di Euro 1 + IVA alla risposta.