Logo

Sanzioni Amministrative


Sanzioni ammnistrative

 

Le sanzioni amministrative del Registro delle Imprese vengono elevate nel caso in cui la domanda di iscrizione al Registro Imprese o la denuncia al Repertorio Economico Amministrativo venga presentata oltre i 30 giorni  dalla data dell’atto o dell’evento (art. 18 Legge n.340/2000). Il termine è ridotto a 20 giorni per il deposito dell'atto costitutivo delle società di capitali e cooperative.

La sanzione amministrativa viene notificata a tutti i soggetti obbligati alla presentazione della domanda ed anche alla società, in quanto responsabile in solido (art. 14 L. 689/81). Con esclusivo riferimento alle società, ai consorzi e alle società cooperative, sono soggetti sanzionabili, a seconda dell’atto o dell’evento, l’amministratore unico, i componenti dell’organo amministrativo (consiglio d’amministrazione, consiglio di gestione, collegio direttivo, ecc.), i sindaci effettivi, i soci amministratori delle società di persone, i legali rappresentanti, e i notai.

In linea generale le sanzioni amministrative possono essere distinte a seconda che abbiano ad oggetto una domanda di iscrizione al Registro delle Imprese (cd. sanzioni RI), ovvero una semplice denuncia al Repertorio Economico Amministrativo (cd. sanzioni REA).

 

 


AVVISO 28.10.2016

NOTIFICA DEGLI ATTI DI ACCERTAMENTO DELLE VIOLAZIONI AMMINISTRATIVE CONTESTATE DAL REGISTRO DELLE IMPRESE TRAMITE POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA (PEC) A DECORRERE DAL 1 DICEMBRE 2016

Sul sito istituzionale della Camera di Commercio IAA di Bari – Sezione: Disposizioni del Conservatore – è consultabile il provvedimento n. 3/RI del 27 ottobre 2016 con il quale è stato previsto di effettuare la notifica degli atti di accertamento delle violazioni amministrative, connesse alla tenuta del Registro delle Imprese e del Repertorio Economico Amministrativo e contestate, all'indirizzo di posta elettronica certificata (P.E.C.) dichiarato dall'impresa e regolarmente iscritto nel Registro delle Imprese.

Il provvedimento stabilisce che si attui la sopra indicata modalità di notifica, in relazione ad ogni violazione amministrativa accertata a decorrere dal 1 dicembre 2016.

Resta fermo che, qualora questa nuova modalità, tramite lo strumento della PEC, non sia possibile o non abbia esito positivo, si dovrà procedere alla notifica della contestazione tramite il servizio di posta tradizionale, ai sensi della Legge n.ro 890/92.

 

Settore Anagrafico Certificativo della C.C.I.A.A. di Bari
Segreteria del Conservatore - il Responsabile del Servizio
Dr. Antonio BRUNO

PEC: cciaa@ba.legalmail.camcom.it