Logo

Manifestazioni a Premio


Il 12 aprile 2002 è entrato in vigore il D.P.R. 26 ottobre 2001 n. 430 - Regolamento concernente la revisione organica della disciplina dei concorsi e delle operazioni a premio, nonché delle manifestazioni di sorte locali ai sensi dell'art. 19, comma 4, della Legge 27/12/97, n. 449 - recante nuove disposizioni in materia di manifestazioni a premio.
Queste possono essere di 2 tipi:

"concorsi" ovvero manifestazioni pubblicitarie nelle quali il premio viene conferito solo ad alcuni dei partecipanti anche senza richiedere ad essi la condizione di acquisto o vendita di prodotti o servizi (es. estrazione a sorte, capacità o abilità dei concorrenti di adempiere per primi a predeterminate condizioni); "operazioni"ovvero manifestazioni pubblicitarie nelle quali il premio viene conferito a tutti coloro che acquistano o vendono un determinato bene o servizio o un certo quantitativo di prodotti o servizi offrendone la documentazione (es. bollini, prove di acquisto, punti).

Le principali novità introdotte dalla normativa sono le seguenti:

abolizione del sistema autorizzatorio (la c.d. "Aut.Min.Conc./Ric.") e introduzione dell'obbligo della comunicazione preventiva limitata ai soli concorsi (per le operazioni sarà sufficiente autocertificare con dichiarazione sostitutiva di atto notorio il regolamento che le disciplina); attraverso questo sistema il promotore viene posto nelle condizioni di operare con maggiore tempestività non essendo più vincolato ai tempi di adozione di un provvedimento formale da parte della P.A.; trasferimento delle competenze in materia dall'Agenzia delle Entrate - dal Ministero delle Finanze al Ministero dello Sviluppo Economico (MSE) - già Ministero delle Attività produttive (MAP) - al quale sono attribuiti poteri di vigilanza e controllo sulle manifestazioni in oggetto; ampliamento della durata di tali manifestazioni (1 anno per i concorsi, 5 anni per le operazioni); ampliamento delle tipologie dei premi ammessi, rientrando in tale categoria genericamente tutti i "beni", compresi gli immobili (prima esclusi), gli sconti e i documenti di legittimazione; restano esclusi il denaro, i titoli dei prestiti pubblici e privati, le azioni, le quote di capitale di società, i fondi comuni e le polizze di assicurazione sulla vita; devoluzione alle ONLUS dei premi non richiesti o non assegnati;

individuazione di un soggetto garante della regolarità della procedura di assegnazione dei premi, nella figura di un Notaio o del Funzionario della Camera di Commercio responsabile ai sensi del D.Lgs. 112/98 della tutela del consumatore e della fede pubblica, il quale assiste, relativamente ai concorsi, ad ogni fase delle operazioni di assegnazione dei premi, con relativo onere a carico del promotore.


Cosa fare per accedere al servizio

Presentare una richiesta al responsabile della fede pubblica della Camera di Commercio di Bari:

a mano in Corso Cavour n. 2 - uff. Protocollo
oppure
per posta al seguente indirizzo:
Camera di Commercio di Bari
Settore Legale e Fede Pubblica
Concorsi a premio
Corso Cavour n. 2 - 70121 Bari
oppure
PEC: cciaa@ba.legalmail.camcom.it

La richiesta deve pervenire alla Camera di Commercio almeno 10 giorni prima della data prevista per l'estrazione/assegnazione.

La richiesta deve contenere:

nome del concorso e se disponibile il numero ID giorno e luogo dell'intervento soggetto al quale intestare la fattura, indirizzo e nominativo a cui spedirla nome e numero telefonico di un referente firma leggibile

Allegati alla richiesta:

modulo PREMA CO/1 inviato al Ministero Attività Produttive regolamento del concorso lettera di assegnazione del codice ID (se disponibile)

Costi

Con Delibera di Giunta n. 117 del 03.08.2011, la Camera di Commercio di Bari ha fissato le seguenti tariffe che le imprese promotrici dovranno versare all'Ente per ogni accesso, ossia per ogni intervento del funzionario:

- € 350,00 + IVA per accessi entro le ore 18.30 dal lunedì al venerdì;
- € 400,00 + IVA per accessi che si prolungano oltre le ore 18.30 dal lunedì al venerdì;
- € 450,00 + IVA per accessi dopo le ore 18.30 dal lunedì al venerdì;
- € 550,00 + IVA per accessi nelle giornate festive e prefestive e per accessi dal lunedì al venerdì dopo le ore 21,00;
- € 650,00 + IVA per accessi dopo le ore 24,00 e seguenti festività: 1 e 6 Gennaio, Pasqua, Lunedì dell’Angelo, 25 Aprile, 1 Maggio, 2 Giugno, 15 Agosto, 1 Novembre, 8-25-26 Dicembre e 31 Dicembre dopo le 18.30;
 
Le chiusure dei concorsi potranno avvenire anche presso la sede della Camera di Commercio, dopo l’orario di servizio, applicando le seguenti tariffe:
 
- € 250,00 + IVA per la stesura del verbale di chiusura del concorso qualora tale operazione rappresenti il PRIMO intervento del funzionario camerale;
- € 200,00 + IVA per la stesura del verbale di chiusura del concorso qualora tale operazione NON rappresenti il primo intervento del funzionario camerale.

ORARI: le prestazioni dei funzionari delegati a presiedere alle operazioni relative ai concorsi a premi, si svolgono esclusivamente al di fuori dell'orario di lavoro (dopo le ore 15.30).

MODALITA' DI PAGAMENTO


A decorrere dal 30/06/2020, per effetto dell’ art 5 del Codice dell’Amministrazione Digitale e dell’art. 65 comma 2 del D. Lgs 217/2017 e s.m.i., i pagamenti dei diritti si potranno effettuare esclusivamente tramite la cosiddetta piattaforma pagoPA e non più a mezzo di versamenti su c/c postale o di bonifici bancari.

Note

Il Ministero delle Attività Produttive è a disposizione per ogni informazione e chiarimento ai seguenti numeri e indirizzi:

Per assistenza:
N.VERDE 800-300103 (lunedì, mercoledì e venerdì 9.30-12.30)

CASELLA POSTALE per quesiti amministrativi:
m.premioinfo@sviluppoeconomico.gov.it

CASELLA POSTALE per quesiti utilizzo modelli elettronici:
m.premiohelp@sviluppoeconomico.gov.it

CASELLA POSTALE per invio modelli elettronici:
m.premio@sviluppoeconomico.gov.it
(utilizzare come indirizzo mittente lo stesso di quello indicato sul modello CO/1 o OP/1)

 


Normativa

Normativa di riferimento per i concorsi a premio:

DPR 26 ottobre 2001, n. 430 Circolare applicativa del Ministero delle Attività Produttive del 28/03/2002 R.D.L. 1933/38 (per le parti in vigore) D. Lgs. 74/92 (pubblicità ingannevole) Circolare del Ministero dell'Economia 12 aprile 2002 (per gli aspetti fiscali)

E' possibile scaricare la normativa dal sito del Ministero dello Sviluppo Economico

.: Richiesta Funzionario Camerale :.
.: Manifestazioni a premio - Normativa :.


 


RIFERIMENTI

Concorsi a Premio
Responsabile della Tutela del Consumatore e della Fede Pubblica
Dott. Luigi Di Carlo
Indirizzo e-mail: luigi.dicarlo@ba.camcom.it
Indirizzo: Corso Cavour, 2 - 70100 Bari
Telefono: 0802174371
PEC: cciaa@ba.legalmail.camcom.it