Logo

Bando ristori destinato agli ambulanti

venerdì 10 Dicembre 2021


La Regione Puglia ha destinato €4.000.000,00 (quattromilioni/00) ai ristori degli operatori ambulanti del commercio su aree pubbliche, soggetti a restrizioni in relazione all'emergenza da COVID-19.

La gestione del Bando per l'erogazione di queste risorse è stata affidata a Unioncamere Puglia, con il supporto delle Camere di Commercio della regione.

Possono presentare domanda ed essere beneficiari dei contributi previsti dal presente bando le imprese, aventi qualsiasi forma giuridica, con codice ATECO 47.8 e nello specifico 47.81 (47.81.01 - 47.81.02 - 47.81.03 - 47.81.09), 47.82 (47.82.01 - 47.82.02), 47.89 (47.89.01 - 47.89.02 - 47.89.03 - 47.89.04 - 47.89.05 - 47.89.09), codici 56.10 e, nello specifico (56.10.41 - 56.10.42), che nell’anno 2020 abbiano registrato un calo di fatturato di oltre il cinquanta per cento rispetto all’anno 2019.

Il contributo sarà concesso nei limiti delle risorse disponibili che saranno assegnate al gestore Unioncamere Puglia e ripartite e riversate alle singole Camere di Commercio pugliesi, proporzionalmente al numero d’imprese ammesse a contributo nell'ambito del territorio di competenza. Le somme riversate alle singole Camere di Commercio saranno ripartite tra le imprese ammesse a contributo aventi sede sul proprio territorio di competenza.

Al fine della determinazione dell’entità del contributo si precisa che tutte le domande considerate ammissibili avranno diritto al contributo; l’entità dello stesso dipenderà dal numero delle domande ammissibili e sarà graduata in base alle percentuali di calo di fatturato di cui al bando.

Si invitano i potenziali interessati a leggere integralmente il testo dei bandi applicativi delle Camere di Commercio.
Le domande di contributo dovranno:
  • essere presentate a partire dalle ore 9:00 del giorno 14 dicembre 2021 e fino alle ore 16:00 del giorno 31 gennaio 2022;
  • essere inviate esclusivamente per via telematica, attraverso la piattaforma RESTART (https://restart.infocamere.it).
Non saranno ammesse domande presentate con altre modalità.

L'accesso al sistema informatico per la presentazione della domanda potrà essere effettuato tramite identità digitale SPID oppure tramite Carta Nazionale dei Servizi (CNS) con PIN dispositivo, intestata al titolare o al legale rappresentante dell'impresa. Ai sensi dell'art. 65 del D. Lgs. 82/2005 “Codice di Amministrazione digitale”, l'istanza sarà valida anche se priva di firma digitale.

I soggetti economici destinatari del contributo devono risultare regolarmente attivi e iscritti nel registro delle imprese presso la Camera di Commercio competente per territorio.

Ad ogni soggetto economico interessato è consentito presentare una sola domanda a valere sul Bando. In caso di invio di più domande da parte della stessa impresa sarà ritenuta valida l'ultima presentata in ordine cronologico.
I soggetti economici ai quali sarà erogato il contributo devono essere in regola con la normativa antimafia e non devono essere già in stato di difficoltà, ai sensi delle disposizioni europee, alla data del 31 dicembre 2019.

Tali contributi sono concessi ai sensi e nei limiti della sezione 3.1 “Aiuti di importo limitato” della Comunicazione della Commissione “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19” del 19.03.2020 (G.U. del 20.03.2020) e successive modificazioni, nel quadro del regime autorizzato SA. 62495, concernente la notifica degli articoli 54-61 del decreto-legge n. 34 del 19 maggio 2020.

Gli aiuti previsti sono cumulabili con altre agevolazioni pubbliche.

Le richieste di informazioni relative ai contenuti dei Bandi possono essere indirizzate a Unioncamere Puglia all'indirizzo email: ristori.ambulanti@unioncamerepuglia.it