Logo

BANDO 'VOUCHER TURISMO - ANNO 2023'

martedì 14 Novembre 2023


La Camera di Commercio di Bari, al fine di svolgere un ruolo attivo nella promozione del turismo e contribuire allo sviluppo del sistema economico locale, ha indetto il Bando Voucher Turismo- Anno 2023 allo scopo di supportare le imprese appartenenti alla filiera turistica, attraverso le risorse derivanti dall’incremento del 20% del diritto annuale per il triennio 2023-2025.
Il Bando prevede contributi a fondo perduto per le MPMI afferenti al settore turistico, nonché le imprese afferenti al comparto della gestione dei beni e dei servizi culturali, per:
  • Sostenere le imprese del settore turismo nella realizzazione di azioni innovative per rafforzarne la capacità operativa e promuoverne la competitività;
  • Supportare le imprese per l’acquisizione di certificazioni funzionali a percorsi di sviluppo aziendali che innalzino gli standard qualitativi dei servizi offerti e rafforzino le filiere turistiche;
  • Incentivare il turismo sostenibile rispettoso dell’ambiente naturale, accessibile e di qualità.
 
Le imprese devono essere iscritte al Registro delle Imprese della C.C.I.A.A. di Bari, risultare attive e in regola con il pagamento del diritto annuale e svolgere l'attività primaria o prevalente – risultante da visura camerale - rientrante in uno dei codici indicati all'art. 4 del Bando.

Le risorse camerali a disposizione dell'intervento sono pari ad € 250.000,00.

L'agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto pari al 70% della spesa sostenuta, purché ammissibile, con un massimale di € 7.000,00. Alle imprese in possesso del rating di legalità verrà riconosciuta una premialità a seconda del numero di stelle attribuite dall’AGCM.

È previsto un importo minimo di investimento pari ad € 2.000,00, al netto di Iva.

Sono ammissibili le spese per:
  • Acquisizione di strumenti e consulenze per l'utilizzo di nuove forme di commercializzazione, acquisto di licenze software strettamente connesse all'esercizio dell'attività primaria dell'impresa (inclusi canoni per la durata massima di 12 mesi), programmi e sistemi informatici per la gestione della vendita diretta di servizi turistici e prenotazioni, canoni per la presenza su piattaforme o marketplace (canoni per la durata massima di 12 mesi), programmi di digital marketing, acquisizione e sviluppo di contenuti per migliorare la presenza sui social e in generale sul web, comprese spese di comunicazione/promozione sul web e applicazioni CRM, acquisizione di strumenti e capacità idonei allo sviluppo delle nuove forme di comunicazione, realizzazione di servizi di progettazione per la definizione di strategie di comunicazione, inclusi shooting fotografici e video promozionali, spese di advertising, lo sviluppo di strategie per implementare processi di crescita sui mercati internazionali tramite la presenza a fiere;
 
  • percorsi di certificazione dell'impresa che ha o intende acquisire caratteristiche peculiari e conformità a requisiti qualitativi e di sicurezza. In quest'ambito possono rientrare le spese per il rilascio delle certificazioni di gestione ambientale o energetica conformi Emas e/o alle norme ISO 50001, EN ISO 14001; ISO 13009; ISO 21401, percorsi certificativi di Ospitalità italiana del sistema camerale, etc;
 
  • azioni volte a promuovere ed incentivare un turismo sostenibile, rispettoso dell'ambiente naturale, accessibile e di qualità e attento alle esigenze del turista. In quest'ambito rientrano le spese per opere e/o interventi connesse alle tematiche della sicurezza e della innovazione dell'offerta turistica per renderla adeguata alle esigenze del turista attento ai temi della sostenibilità e della qualità dei servizi a ridotto impatto ambientale.
Sono ammissibili a contributo le spese sostenute e interamente pagate nel periodo che decorre dalla data di pubblicazione della graduatoria di concessione e fino al 30/04/2024.
 
Si segnala che la regolarità del pagamento del diritto annuale camerale rappresenta uno dei requisiti per l'ammissibilità della domanda al contributo; tale requisito deve essere posseduto dalla data di presentazione della domanda e fino alla concessione del contributo. Si invita pertanto, prima dell'invio, a condurre le opportune verifiche al riguardo.
Allo stesso modo, si invita a verificare che l’attività primaria o prevalente dichiarata al Registro Imprese rientri tra quelle indicate nell’elenco di cui all’art. 4 del Bando.

Modalità di presentazione della domanda

Le domande di contributo possono essere inviate a partire dalle ore 10:00 del 16/11/2023 e fino alle ore 12:00 del 20/12/2023 esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale del legale rappresentante dell'impresa o di un soggetto delegato.

Si segnala che nell’ambito della compilazione della pratica telematica, nella maschera relativa alla richiesta contributi occorrerà selezionare il bando interessato con il seguente codice 23TT – Bando Voucher Turismo anno 2023

La pratica telematica dovrà essere composta, a pena di esclusione, da:
  • modello base;
  • modulo di domanda regolarmente compilato;
  • eventuale modello di procura
  • scheda progettuale;
  • preventivi di spesa;
  • Report di self-assessment – SELFI4.0 – di maturità digitale compilato sul portale nazionale dei PID: www.impresadigitale.camcom.it; esclusivamente per coloro che intendono effettuare interventi di cui all’art.2 – Ambiti di intervento, comma 1, lettere a) e b) del presente bando.
Se ammissibili, le domande saranno finanziate in base all'ordine cronologico di ricezione della pratica telematica da parte della Camera di Commercio di Bari, attestato dalla data e orario assegnato dal sistema WebTelemaco, fino ad esaurimento dei fondi disponibili.

Informazioni ed assistenza

Le istruzioni webtelemaco per la compilazione e l'invio della domanda sono consultabili qui.

Per assistenza sul report di self-assesment – SELFI4.0 scrivere a pid.bari@ba.camcom.it

Per qualsiasi chiarimento o ulteriore informazione è possibile contattare il Servizio Promozione e Sviluppo scrivendo una mail all'indirizzo: nicola.mastropaolo@ba.camcom.it